Fondazione Muvita Provincia di Genova  
 
 Seguici su    
 

 
 
     

 
     
 
   
   
Aderiamo a:


 

   

   
 
Il percorso "l'uomo, l'energia, il clima"
 
 
Perché è così importante parlare di clima? E’ possibile evitare di produrre gas serra? Perché si parla tanto di riscaldamento globale? E’ vero che l’idrogeno può essere usato come combustibile? E’ possibile utilizzare solo energie rinnovabili? Ci sono fonti di energia non inquinanti? Non abbiamo forse imparato che l’anidride carbonica è essenziale per la vita delle piante e ora ci dicono che è dannosa ? Come è potuto succedere il disastro della petroliera Haven?

A  queste e a moltissime altre domande noi abbiamo trovato una risposta al MUVITA di Arenzano.
Il MUVITA non è un museo come tutti gli altri o almeno non ha nulla che lo faccia assomigliare ai musei che noi abbiamo visitato fino ad ora. Non ci sono né quadri né statue da guardare ma qui tutto è da scoprire!
Non è una mostra, un’esposizione di oggetti, fotografie o testi scritti ma un posto dove la protagonista è la SCIENZA e i problemi dell’ambiente non solo si percepiscono ma entrano a far parte di te.
L’approccio è insolito e molto coinvolgente: voci, luci, movimento, animazioni, filmati, animali e piante vive e ricostruzioni di eventi  e anche chi accompagna durante la visita non è una semplice guida ma uno “scienziato”.
Il percorso all’interno del museo è affascinante  e pieno di sorprese. Ci sono pannelli che “parlano” del  clima e dei suoi mutamenti nella storia, dell’effetto serra, di riscaldamento e desertificazione, di salute della Terra.
Un plastico e un video invitano il visitatore a riflettere sulle fonti di energia rinnovabili e  non, mostrano dove si nascondono le varie fonti di energia e come si manifestano le diverse forme.
Nella bioteca abbiamo potuto comprendere l’importanza della biodiversità e osservare l’ambiente della torbiera e la nostra curiosità è stata premiata quando siamo riusciti a scovare l’ululone dal ventre giallo che si mimetizzava nell’ambiente.
Pannelli, modellini e vetrine ricostruiscono quello che è successo a casa nostra quando nel 1991 la petroliera Haven ha riversato petrolio sul nostro litorale. E’ proprio in seguito a questo avvenimento che è nato il MUVITA.
E’ una visita speciale e noi ci siamo impegnati a fare da guida a tutti coloro che vorranno venire a vivere questo tempio della scienza.
Abbiamo solo 12 anni ma ci siamo documentati, abbiamo studiato e compreso quelli che sono e saranno alcuni dei problemi che la nostra generazione dovrà affrontare per la sopravvivenza personale e per quella del nostro Pianeta.
Ebbene sì il nostro obiettivo è la Terra. In questo momento sta soffrendo ma noi non ci scoraggiamo. Il nostro compito è quello di pensare al futuro in modo positivo. Sappiamo che crescendo potremo anche diventare scienziati, esperti di ecologia, ingegneri ambientali, avvocati e magari ci troveremo a lavorare in questo campo. Ma sappiamo che se ciò non accadrà comunque diventeremo adulti e crescerà la nostra responsabilità nei confronti delle problematiche energetiche e ambientali. Alla fine del nostro lavoro abbiamo capito che ciascuno di noi ha già un suo ruolo ben preciso, individuale e collettivo: acquisire sensibilità nei confronti dei problemi ambientali e uno stile di vita consapevole e rispettoso delle risorse della Terra e trasmetterlo anche agli altri. Per questo ci stiamo preparando già da ora e vorremmo coinvolgere più persone possibile, soprattutto ragazzi come noi che sono il futuro.


Gli alunni della classe IIC della Scuola Secondaria di primo grado “Rizzo/Alessi”di Genova  per l'evento Science Trip 2010.



Il Science Center Muvita offre al pubblico, in particolare al mondo scolastico, l'occasione per l'incontro diretto con la scienza, l’ambiente e la tecnologia (in particolare per ciò che riguarda le tematiche del "climate change") attraverso installazioni interattive e coinvolgenti, secondo la modalità dell'edutaintment (educare divertendo).
Il percorso "L'uomo, l'energia, il clima" si articola in sette tappe.

1. Clima: alla scoperta delle cause del riscaldamento globale e dei suoi effetti sulla Terra. Cos'è il clima? E' cambiato nel corso dei millenni? Come sta oggi il nostro pianeta? Cosa sono i gas serra? Perchè si fondono ghiacciai? Attraverso un approccio interattivo e coinvolgente si vuole rispondere a queste  e a tutte le principali domande che rifurdano il clima del nostro pianeta.

2. Fonti di energia: una panoramica generale sulle fonti di energia presenti sulla Terra: Cos'è un combustibile fossile? Quando finiranno le riserve di petrolio? Che coa vuol dire energia rinnovabile? Grazie ad un vero e proprio gioco interattivo il pubblico può conoscere le fonti di energia oggi disponibili, i loro metodi di produzione  e i vari utilizzi.      

3. Protocollo di Kyoto: Esistono leggi che tutelano l'ambiente? Che cos'è il protocollo di Kyoto e come si sta muovendo l'Italia? Il Protocollo di Kyoto come primo pilastro di una strategia internazionale per il raggiungimento dell'obiettivo di una progressiva riduzione delle emissioni di gas serra in atmosfera, per contrastare i cambimenti didattici in atto.  

4. Fonti rinnovabili: E' proprio vero che non inquinano? Possono sostituire del tutto i combustibili fossili? Perchè in Italia sono poco utilizzate? L'area adibita a laboratorio offre una panoramica generale sulla fonti Rinnovabili di energia, si sofferma sui loro vantaggi per l'ambiente e mette in luce le problematiche che oggi sono causa di un utilizzo ancora limitato di queste fonti di energia.

5. Biomasse: Perchè è un'energia rinnovabile? Che rapporto ha con la cosidetta economia del bosco e con la tutela del rischio di dissesto idrogeologico e la protezione dali incendi? Cosa sono i biocombustibili?

6. Idrogeno: oltre i luoghi comuni, le vane speranze e lo scetticismo miope, una disamine sulle reali possibilità che quelli che alcuni definiscono "il combustibile perfetto" possa realmente rappresentare la soluzione a tutti i problemi energetici e di inquinamento. E in questo caso: a quali condizioni? A quali costi? In quali tempi? L'area, progettata dal Cesti - Centro di eccellenza per lo sviluppo delle tecnologie dell'idrogeno - propone exhibits interattivi, proiezioni e attività sperimentali.

7. Risparmio ed efficienze energetica: Che cos'è l'impronta ecologica? Cosa misura? Qual'è l'impatto dello stile di vita di ciascuno di noi rispetto alle risorse (alimetari, energetiche, ambientali) che la terra può offrire? Come può quindi ciascuno di noi intervenire in difesa della Terra e diminuire la propria impronta eologica? Il rispermio e l'efficienza energetica come i principali strumenti a disposizione di singoli e stati per operare sul tema. I comportamenti virtuosi. la campagna euroopea di sensibilizzazione sui cambimenti climatici "Climate Change". Cambiare nel prfondo la coscienza di ciascuno di noi per salvare il pianeta.

VISITE GUIDATE
La visita classica dura in media 2 ore.

Il Science Centre di Muvita è aperto su prenotazione dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 18,00.

Per maggiori informazioni e per prenotazioni contattare la segreteria di Muvita:
tel. 010910001
fax. 0109100119
e-mail. segreteria@muvita.it
 



Fondazione Muvita - Iscritta nel Registro Regionale delle Persone Giuridiche di Diritto Privato con il numero di ordine 593 | Via G. Marconi 165, 16011 Arenzano
Tel.: 010.910001 | Fax: 010.9100119 | P.I.: 03691400109
Tutti i Loghi e Marchi rappresentati in questo Sito sono proprietà dei rispettivi proprietari.Tutto il resto è copyright Muvita.it© 2007. Sito ottimizzato per risoluzione 1024x768
Browser Mozilla FireFox - IE Explorer 7.0+ - Supporto multimediale: Macromedia Flash Player - Abilitazione cookies e popup - Powered by Generazione2000 Mappa del Sito Sitemap xml